Non ho mai letto a Caserta

Sentitevi chiamat* in causa.

Non ho mai letto a Caserta

Sono un autore vivente:
organizzatemi un reading

Invitatemi a leggere poesie
Pagatemi solo il viaggio e un bicchiere,
magari una pizza

Non ho mai letto a Bologna
Ci sarà bene un gruppo di lettori
disposto a invitarmi a Bologna?

Non ho mai letto a Parigi
Aiutatemi a tradurre i miei testi
Organizzatemi un reading
sulla spianata che dal Trocadéro
va fino alla Tour Eiffel

Date anche a me il Nobel sulla fiducia,
come col presidente Obama,
ma per la letteratura
Premiate ciò che scriverò,
perché il passato non conta,
perché il futuro è tutto

Organizzatemi un reading,
soprattutto; offritemi il vitto,
il treno, magari,
la fragranza d’un panino

Non ho mai letto a Dublino
Ci sarà bene un gruppo di lettori
disposto a invitarmi a Dublino!

Cercatemi su internet,
oppure in quarta di copertina,
o componete numeri a caso
sulla tastiera del telefono,
sperando di imbattervi nel mio

Non ho mai letto a Caserta

[Mario Badino, 28 aprile 2014]

This entry was posted in Poesie and tagged , . Bookmark the permalink.

One Response to Non ho mai letto a Caserta

  1. Audrey says:

    Ciao, ho scoperto il tuo blog tramite Stefania, sono passata per sbirciare le tu poesie e naturalmente ho colto l’occasione per farti i miei complimenti. Sono davvero interessanti e belle. Buon week end

Comments are closed.